Chi sono

Chi_sono_AS_2

LA MIA STORIA

Sono nato nel 1956. La mia adolescenza, come quella di molti miei coetanei, è stata marcata da un contatto precoce, e a quei tempi inevitabile, con la politica. A partire da allora ho sviluppato un forte senso delle istituzioni e una passione per la politica intesa nel suo senso più alto e antico, come confronto costante alla ricerca del modo migliore e più equo per governare la polis, la cosa pubblica.

Nella vita ho avuto l’opportunità di studiare in università di eccellenza. Dopo essermi laureato in Giurisprudenza all’Università di Padova, ho conseguito un Master all’Università di Cambridge e uno alla Yale Law School.

Ho fatto per alcuni anni l’avvocato a New York e a Parigi e al mio rientro nel nostro paese ho contribuito a fondare uno dei principali studi legali italiani, del quale sono stato presidente dal 2007 al 2013 ed oggi sono membro del suo Consiglio di Amministrazione.

Con impegno e costanza ho costruito una fiorente attività professionale. Ho lavorato per molti anni con grandi imprese, italiane e internazionali, su complesse questioni societarie. Dal 2001 sono professore associato di Diritto dell’Unione Europea presso l’Università di Padova: il contatto con gli studenti ha insegnato a me almeno quanto io sono riuscito a insegnare a loro.

Insomma, ho avuto l’opportunità di lavorare a contatto con grandi professionisti, di vivere all’estero e soprattutto di incontrare persone di grande competenza e spessore umano, amici e maestri che mi hanno arricchito come individuo. Parlo, scrivo e ragiono non solo in italiano, ma anche in inglese e in francese.

Ho due figli. Sono sposato con una cantante lirica. Ho una passione per la musica, dalla classica al rock, per il cinema, la fotografia e lo sport (corsa, sci da fondo e boxe). Ho scritto per diverse testate: Il Corriere della Sera, il Sole 24 Ore, il Wall Street Journal, Le Monde e Milano Finanza. Ho un blog con Carlo Stagnaro su Huffington Post Italia.

LA MIA PROSPETTIVA

Per oltre trent’anni ho studiato e insegnato diritto ed esercitato la professione di avvocato in Italia, negli Stati Uniti e in Francia. Ho concentrato, pertanto, la mia attenzione prioritariamente sul mondo della giustizia e in particolare della giustizia civile che oggi rappresenta una vera e propria emergenza nazionale. Abbiamo una giustizia inefficiente, dai tempi biblici e iniqua. Occorrono al più presto riforme strutturali di vasta portata che riportino efficienza e contribuiscano alla crescita economica del Paese.

Come professore di Diritto dell’Unione Europea ho a lungo studiato le problematiche dell’Europa, su cui si gioca il nostro futuro. L’Europa degli Stati non ha funzionato. La crisi dell’Eurozona lo ha dimostrato ampiamente. E’ necessario un rilancio della cooperazione con il metodo comunitario che comporti ulteriori cessioni di sovranità degli Stati, accompagnate da riforme istituzionali. Perché ciò avvenga occorre, però, che le istituzioni europee parlino un linguaggio più vicino alla gente.

Infine, mi occupo spesso di privatizzazioni (oggi più che mai indispensabili per ridurre l’ingente debito pubblico), liberalizzazioni (per dare nuova linfa alla nostra economia) e riforme dei mercati finanziari (ingessati e poco attraenti per gli investitori italiani e esteri).

LA MIA AZIONE POLITICA

Sono stato tra i primi firmatari del manifesto di Fermare il Declino, un movimento che per primo si è fatto portatore di un messaggio rivoluzionario per l’approccio ai temi della mobilità sociale, dell’uguaglianza delle opportunità (e non retoricamente di redistribuzione del reddito), della meritocrazia (che, come ho spesso ripetuto in questi mesi, è l’unica valvola di salvezza per chi non ha le spalle coperte), della concorrenza e delle libertà individuali.

Questi principi restano punti fermi del mio pensiero e della mia azione politica, che continua adesso anche con la partecipazione ad associazioni e think thank che auspico, possano svolgere un ruolo da laboratori per la creazione di una nuova forza liberal-democratica.

Sono stato, ad esempio, tra i fondatori di Italia Aperta, la think-tank liberale, trasversale ai partiti, che si propone di monitorare puntualmente le normative a livello nazionale e locale, per denunciarne logiche clientelari, mancata trasparenza, asimmetrie informative, mantenimento di posizioni dominanti, contrasto con i principi di libera concorrenza e di mercato.

 Attraverso il portale reteLib.it, ideato da Pietro Ichino, contribuisco inoltre a dare visibilità ai contenuti, alle proposte e programmi dei diversi partiti, associazioni e movimenti che si riconoscono in quest’area politica.

I MIEI INTERESSI E IMPEGNI NELLA SOCIETA’ CIVILE

Ho sempre nutrito un forte interesse per le questioni di politica estera, anche in virtù delle mie competenze come internazionalista. Sono fellow della Foreign Policy Association di New York.

Sono attivo per aiutare il Centro Peres per la pace Italia, una Onlus che si propone di favorire il processo di pace in Medio Oriente promuovendo la cooperazione socio-economica e la reciproca collaborazione nel campo civile, sociale, culturale, economico, scientifico e medico-sanitario.

Infine, resta il mio impegno all’interno del Consiglio di Amministrazione della Società per le Belle Arti e Esposizione Permanente, storica istituzione culturale di Milano al cui rilancio spero di contribuire, e come Presidente del Festival Dino Ciani, che porta ogni anno a Cortina d’Ampezzo grandi interpreti del panorama musicale classico internazionale.

Scarica il mio cv


Copyright © 2013 Tutti i diritti riservati