La campagna rovente, le minacce di Sallusti, il grande appuntamento di sabato 9 a Milano

giovedì, 7 febbraio 2013 @ 11:32

La campagna elettorale sta entrando nel vivo. Ormai i dibattiti televisivi si susseguono a ritmi frenetici e finalmente anche FARE per Fermare il Declino, grazie alla par condicio, ha la possibilità di parlare quotidianamente al vasto pubblico televisivo.
La comunicatività di Oscar e le sue risposte, lucide e intellettualmente oneste, stanno facendo breccia e, quasi ogni volta, gli interlocutori finiscono per dargli ragione.
Il tormentone di questi ultimi giorni è il ripetuto invito di Berlusconi a non votare “un Giannino qualunque”: chiaro sintomo che gli spin doctors gli dicono che molti voti in libera uscita dal PDL possono dirigersi verso la nostra lista.
Alle affermazioni di Berlusconi fa seguito questa mattina sul Giornale un duro, offensivo e minaccioso editoriale di Sallusti che, in assenza di argomentazioni politiche, ricorre a offese personali.
Sembrerebbe l’inizio di una campagna diffamatoria: ricordiamoci del “Metodo Boffo”.
Io credo, però, che in campagna elettorale questo tipo di attacco non possa che ritorcersi contro chi lo sferra. In questo caso, non c’è una persona sola dinanzi a una persecuzione mediatica, ma un intero movimento che rappresenta una parte importante della società civile, e ha buone ragioni e strumenti per farle valere.

In questo clima surriscaldato crescono gli impegni per la campagna sul territorio o sui media. Stasera sarò a Vimercate alle 21.00 per la presentazione del programma di FARE e dei candidati del territorio assieme a Pinardi e molti altri.
Venerdì è prevista una mia intervista su radio RTL su temi di attualità politica.

Per sabato è in programma l’Antimeeting: una grande Convention nazionale che si terrà a Milano Congressi nella Sala Gold, a partire dalle 11.30.
Sarà un’occasione per ritrovarsi in tanti, da tutta Italia, e per lanciare un forte messaggio al paese. Alla mattina i fondatori (Michele Boldrin, Sandro Brusco, Alessandro De Nicola, Silvia Enrico, Carlo Stagnaro, Andrea Moro, Luigi Zingales e Oscar) porteranno il loro messaggio e il loro incoraggiamento.
Seguiranno un videointervento di Francesco Giavazzi, un talk show con Ezio Bussoletti, Emma Marcegaglia, Ezio Melzi e Angelo Vescovi, un videointervento di Franco Debenedetti e gli interventi dei gruppi tematici (Welfare e Spesa Pubblica; Donne; Giovani, Scuola e Università; Rilancio Economico e Piccole/Medie Aziende; Lavoro in Team, Sussidiarietà; Liberalizzazione vs Corruzione; Giustizia; Rifondazione dello Stato e Capitale Italia).
Subito dopo, gli interventi dei nostri tre candidati alla Presidenza dei Consigli Regionali: Pinardi (Lombardia), Baldazzari (Lazio) e Romano (Molise).
In chiusura, una “Call to action” di Oscar.

Sarà una giornata entusiasmante, nel corso della quale non solo si farà il punto della campagna, ma si presenterà molto più di un programma elettorale: una visione diversa e dinamica del Paese che vogliamo.

Naturalmente interverrò per presentare una sintesi del programma sulla Giustizia e le riforme dei primi 100 giorni. Sarà un’occasione per dare atto della grande mole di lavoro svolta in questi mesi da tutto il team che si è occupato di Giustizia, vagliando le centinaia di email, rispondendo alle innumerevoli proposte che sono state formulate e selezionando quelle più interessanti e innovative da integrare nel programma.

Infine, parlerò della diversità tra il nostro programma e quello degli altri partiti che da decenni si lamentano in ogni occasione pubblica delle inefficienze della macchina della giustizia, ma hanno fatto poco o nulla per correggerne i difetti in tutti gli anni in cui sono stati in Parlamento. Concluderemo con un messaggio in pillole sulle riforme prioritarie che vogliamo fortemente. È una grande occasione per conoscerci da vicino, per condividere la nostra passione civile e per saperne di più. Venite. Porte aperte per tutti, ma prenotatevi per tempo sul sito di FARE. Vi aspetto…

 

Posted by
Categories: Diario


Copyright © 2013 Tutti i diritti riservati